L’Altra Toscana: Un Viaggio Unico nelle Anteprime Vinicole Toscane

Nel cuore di Firenze, l’evento organizzato dall’Associazione L’Altra Toscana ha concluso con successo la settimana dedicata alle anteprime vinicole toscane, segnando il terzo anno di un’iniziativa che sta rapidamente diventando un appuntamento imperdibile per gli appassionati del settore. Presso Palazzo Affari, diciotto denominazioni hanno presentato oltre 350 etichette, offrendo una panoramica diversificata e sorprendentemente meno conosciuta della viticoltura regionale. La selezione ha attirato una stampa internazionale e operatori del settore, evidenziando l’importanza dell’evento nel panorama enologico.

L’Associazione L’Altra Toscana, che rappresenta il 40% dell’imbottigliato regionale, si è distinta per il suo impegno nell’arricchire l’offerta enologica della Toscana. Francesco Mazzei, presidente dell’Associazione e del Consorzio Tutela Vini della Maremma Toscana, ha sottolineato l’entusiasmo e l’interesse suscitati dall’iniziativa, mirata a valorizzare la diversità e l’eccellenza qualitativa dei vini regionali.

Le degustazioni hanno messo in luce le DOP e IGP toscane, con l’obiettivo di far conoscere varietà che ancora hanno molto da raccontare. Tra queste, spiccano la Maremma Toscana, il Montecucco, l’Orcia, e molte altre, tutte testimoni di una tradizione vitivinicola ricca e variegata. L’evento ha offerto anche percorsi di degustazione tematici, dalla scoperta dei bianchi autoctoni e internazionali, al viaggio attraverso i rossi e rosati a base di Sangiovese, fino all’esplorazione di blend innovativi e varietà autoctone.

Un focus particolare è stato dedicato al Valdarno di Sopra, con una masterclass che ha esplorato l’evoluzione di questa D.O. attraverso modifiche al disciplinare e la presentazione di vini “Vigna”, simbolo di un’identità territoriale forte e di un impegno verso la viticoltura biologica e la qualità.

L’evento si è arricchito anche del Premio Torrini, assegnato a Danielle Callegari per i suoi contributi nel campo della scrittura sul vino e la viticoltura toscana. La gestione dell’evento è stata affidata allo Scaramuzzi Team, confermando l’efficacia di una regia esperta nel valorizzare il patrimonio enologico toscano.

In conclusione, L’Altra Toscana non è solo un evento, ma una finestra aperta sulle infinite possibilità che la Toscana offre agli amanti del vino, un invito a esplorare e apprezzare varietà meno conosciute ma non per questo meno intriganti, in un viaggio che unisce tradizione e innovazione nel segno della qualità.

Share this post

Facebook

ULTIME NOVITA'
DA INSTAGRAM