Cinque decenni di eccellenza enologica: Assovini celebra 25 anni di impegno insieme ai 20 anni di Sicilia en Primeur!

Il doppio anniversario dell’associazione e dell’evento Sicilia en Primeur è stato festeggiato a Cefalù con entusiasmo e orgoglio.

Un doppio brindisi ha caratterizzato l’atmosfera di festa per Assovini Sicilia: un quarto di secolo di successi e due decenni dalla nascita di Sicilia en Primeur, l’evento che porta in primo piano le nuove annate dei vini siciliani di eccellenza.

Dal 9 all’11 maggio, Cefalù ha ospitato l’edizione record di Sicilia en Primeur 2024. Oltre cento giornalisti provenienti da ogni angolo del globo, dieci tour enogastronomici, cinque masterclass, cinquantanove cantine siciliane e oltre trecento etichette hanno reso l’evento una celebrazione indimenticabile.

Il tema di questa edizione, “Coltivare il futuro”, ha riflettuto sulle vittorie dei primi venticinque anni, evidenziando il ruolo di Assovini Sicilia come punto di riferimento nel rinascimento enologico dell’isola. Tutto ebbe inizio nel lontano 1998, quando Diego Planeta, Lucio Tasca d’Almerita e Giacomo Rallo firmarono l’atto fondativo di Assovini Sicilia. Otto aziende pioniere si unirono a loro, dando vita ai primi membri dell’associazione.

Oggi, dopo un quarto di secolo, la visione dei fondatori di dare valore culturale, promozionale e narrativo al vino siciliano è diventata una realtà tangibile. Assovini Sicilia ha dimostrato non solo la qualità dei vini siciliani, ma anche la competitività del suo management, il ruolo dei vini come ambasciatori culturali e lo spirito di collaborazione che anima il settore.

Mariangela Cambria, presidente di Assovini Sicilia, ha espresso il suo orgoglio nel rappresentare un’associazione che ha saputo trasmettere un’immagine moderna della Sicilia, legata alle tradizioni ma anche dinamica ed elegante. Ha sottolineato il coraggio di coloro che hanno creduto nell’associazionismo, superando le barriere culturali e lavorando insieme per il bene comune. Oggi la Sicilia è un marchio di valore culturale e attrattiva internazionale.

La conferenza “Coltivare il Futuro”, moderata da Gioacchino Bonsignore, giornalista di Mediaset, ha esplorato gli straordinari primi venticinque anni attraverso vari temi, dal valore culturale del vino all’evoluzione dei vigneti, dalla percezione nel mercato americano al turismo enogastronomico e alla Next Generation. Matteo Zoppas, presidente dell’ICE, ha elogiato i vini siciliani per la loro storia unica e il loro potenziale di crescita nei mercati esteri.

Alessandro Regoli, direttore di Winenews, ha evidenziato il ruolo chiave della Sicilia nel ridefinire la comunicazione contemporanea sul vino, paragonandolo all’evoluzione della lingua italiana.

Monica Lerner, critica vinicola statunitense per Robert Parker Wine Advocate, ha testimoniato l’ascesa globale del vino siciliano, sottolineando il suo contributo al panorama enologico internazionale.

Alessio Planeta, Antonio Rallo e Alberto Tasca, figli dei fondatori originali, hanno ereditato e portato avanti la visione di lavoro di squadra che ha contraddistinto Assovini Sicilia.

Negli ultimi venticinque anni, Assovini Sicilia ha dimostrato la sua capacità di innovazione, abbracciando la sostenibilità ambientale e contribuendo alla nascita della Fondazione SOStain Sicilia, come evidenziato da Alberto Tasca.

Le cantine siciliane stanno abbracciando il futuro, implementando servizi enoturistici e integrando giovani nella gestione. Il gruppo “Generazione Next” sta definendo il futuro del settore, con idee fresche e innovative.

Sicilia en Primeur, ideato e organizzato da Assovini Sicilia, compie vent’anni dalla sua prima edizione. Un evento che non solo presenta i migliori vini dell’isola, ma racconta la storia e la bellezza della Sicilia attraverso il vino.

Con Sicilia en Primeur, il vino diventa un veicolo per narrare non solo il patrimonio vinicolo, ma anche quello umano e storico dell’isola.

La celebrazione di Assovini Sicilia è un tributo alla passione, all’impegno e alla visione che hanno reso grande il vino siciliano e lo hanno portato ad essere un protagonista indiscusso sul palcoscenico enologico mondiale.

Share this post

Facebook

ULTIME NOVITA'
DA INSTAGRAM